Categorie
Senza categoria

“LABORATORIO SFERISTERIO”: CON UN’OFFERTA CULTURALE TUTTO L’ANNO, SI GARANTISCONO ANCHE POSTI DI LAVORO

Come da prassi, così come successo in tutte le passate campagne elettorali (le recenti primarie del centrosinistra non hanno fatto eccezione), uno dei tanti argomenti da gettare nel calderone delle promesse accalappiavoti è quello dello Sferisterio e di tutto ciò che lo riguarda. Fruizione, promozione, speranze, sogni.

LA SOLITA SOLFA

Ogni volta la solita solfa del “farò” (il passato prossimo è una forma verbale quasi mai utilizzata dai politicanti maceratesi). Ma quanti di quelli che (s)parlano o (s)parleranno hanno mai indossato una tuta da lavoro, preso in mano un attrezzo di scena o allacciato una borsa da macchinista? Chi ha mai fatto parte di quelli al di là della barricata, senza abito da sera, niente foto con le autorità ed esclusi dai conviviali a base di buon vino? Nessuno. Così come nessuno, neanche ora, spende due parole per le maestranze, vero e proprio fiore all’occhiello della favolosa macchina che è lo Sferisterio. Cosa sarebbe il suo grandioso, suggestivo e imponente palcoscenico senza il brulicare di uomini, donne, ragazzi e ragazze dell’Accademia intenti a costruire, aggiustare, sistemare, dipingere scenografie e fondali mozzafiato? Semplicemente 100 metri di legno.

IL VERO VALORE AGGIUNTO È IL CAPITALE UMANO

Quindi qual è il valore aggiunto se non il capitale umano che possiamo vantare? Macchinisti, aiuti tecnici, attrezzisti, elettricisti, costumiste, tutti con decenni di esperienza maturati nei più importanti teatri italiani e che ogni estate si mettono a disposizione della nostra città.

Non dobbiamo pensare prima a loro che a tutte le altre cose che vengono propinate come importanti ed urgenti? Museo, collaborazioni, coperture immaginifiche possono aspettare.

Noi di Strada Comune crediamo che ragionare su come utilizzare al meglio lo Sferisterio non possa prescindere dai lavoratori, soprattutto in un’ottica di condivisione come vero e proprio bene comune della città, fruibile non solo dal punto di vista turistico ma anche come sorta di laboratorio  artistico e culturale della città.

CREARE UN VERO E PROPRIO LABORATORIO SFERISTERIO

Perché, quindi, non si propone la possibilità di creare un vero e proprio Laboratorio Sferisterio? E’ vero, ci sono già alcune scenografie utilizzate per le rappresentazioni in arena che viaggiano durante  il resto dell’anno perché affittate ad altri teatri o alla rete lirica delle Marche, rappresentando un’entrata per le casse della Associazione, ma ciò non toglie che non si possa ricominciare a costruire qualcosa anche a Macerata e garantire più giornate di lavoro a  tecnici ed operai.

Suggestioni? Non è detto. Una città che si professa “di cultura” può e deve ragionare su un’offerta diversa da quella attuale. Con un duplice risultato: offerta culturale allargata e, soprattutto, lavoro per tutto l’anno a chi, veramente, con lo spettacolo ci vive. Così lo Sferisterio non è un vago feticcio da esibire quando fa comodo al politico di turno, tirato a lucido solamente per le luci abbagliante del Mof, bensì un vero e proprio luogo di comunità, vivo, curato, amato e fruibile per gran parte dell’anno. Questa è la Macerata che ci piace.

Strada Comune
immagine in copertina tratta da www.emmetv.it


potrebbe anche interessarti

Tende

Senzatetto a Macerata

Questo è il contributo ricevuto in questi giorni da un cittadino maceratese, dopo le nostre […]

01 Apr 2020
immagine-di-macerata

Cosa manca a Macerata?

Ci vuole proprio tanto tempo libero per farsi questa domanda. Io di solito non riesco […]

26 Mar 2020
autobus gratuiti a Macerata

Trasporto Pubblico: un servizio essenziale che dovrebbe essere GRATUITO

Quando vedi passare un autobus che gira quasi vuoto, sei cosciente che stai pagando per […]

03 Mar 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *